Alla scoperta del territorio

Sicilia

Caratteristiche del Territorio

È la regione più estesa d’Italia, è bagnata a nord dal Mar Tirreno, a sud dal Mar di Sicilia, a est dal Mar Ionio e a nord-est dallo stretto di Messina che la separa dalla Calabria. L’isola ha una forma che ricorda approssimativamente quella di un triangolo i cui vertici sono Capo Peloro a Messina, Capo Boeo a Marsala e Capo Passero a Portopalo. A causa della sua posizione, la regione e le isole circostanti sono interessate da un’intensa attività vulcanica.

I vulcani più importanti sono: Etna, Stromboli e Vulcano. La Sicilia è una regione totalmente insulare: è costituita, oltre che dall’isola principale, da un insieme di arcipelaghi e di isole minori. I principali gruppi di isole del grande arcipelago della Sicilia sono le Eolie, le Egadi e le Pelagie. È una regione prevalentemente collinare. I fiumi siciliani sono tutti di portata ed estensione limitata. Quelli appenninici a nord vengono chiamati fiumare, e sono a carattere torrentizio in quanto d’estate sono quasi perennemente in secca.

Caratteristiche Gastronomiche

Una delle ricchezze di questa terra è sicuramente la cucina, ricca di sapori, gusti e colori straordinari. Partendo dagli antipasti, sono molto diffusi quelli di mare: dalle cozze gratinate alle alici marinate, dai filetti di pesce spada all’insalata di polpi, gamberi e larve di pesce. Per non parlare del famoso arancino alla siciliana, polpette di riso ripiene di carne tritata cotta al sugo. Il primo piatto siciliano per eccellenza è la pasta con le sarde.  Nella zona di Catania, invece, tipica è la pasta alla Norma a base di melanzane fritte e ricotta salata. Da non perdere anche i maccaruni di casa e la pasta ncasciata.

Tra i secondi di pesce, piatto tipico sono le sarde a beccafico e il pesce spada a ghiotta. Tra i secondi di carne famoso è il falsomagro, vitello magro ricoperto da uova sode affettate, formaggio, salsiccia sbriciolata e prosciutto. Infine, non possono mancare i dolci della tradizione; dai cannoli imbottiti di ricotta zuccherata, pistacchi e frutta candita, alla cassata, il pandispagna ricoperto di crema di ricotta, dai frutti di Martorana fino alla famosa pignolata, dolce tipico della provincia di Messina del periodo natalizio. Un altro prodotto tipico siciliano è il pistacchio di Bronte e le deliziose granite accompagnate dall’immancabile brioche.

Caratteristiche Enologiche

Il vitigno autoctono a bacca nera più celebre è il Nero d’Avola. Fra le uve a bacca bianca, la più nota è lo Zibibbo (Moscato d’Alessandria) con cui si producono i vini dolci di Pantelleria, oggi considerati fra i migliori d’Italia.  Fra le uve autoctone a bacca bianca più importanti in Sicilia vi è il Carricante, Catarratto, Grecanico, Grillo, Inzolia, la Malvasia di Lipari e il Moscato Bianco.

Fra le uve autoctone a bacca nera abbiamo il Frappato, il Nerello Cappuccio e Mascalese, il Perricone o Pignatello. Le principali uve internazionali coltivate in Sicilia sono Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Merlot, Müller-Thurgau, Pinot Nero e Syrah. In Sicilia si trovano inoltre anche altre varietà nazionali come Sangiovese, Barbera e Trebbiano Toscano.