Alla scoperta del territorio

Piemonte

Caratteristiche del Territorio

Piemonte significa ai piedi dei monti (pedemontium), così definito perché circondato su tre lati dalle montagne delle Alpi Occidentali e dell’Appennino Ligure. La montagna piemontese ha inoltre un aspetto imponente ed aspro: la sua caratteristica, nella zona occidentale della regione, è infatti di essere priva delle Prealpi. Al di sotto delle rocce e dei pascoli ci sono ampie estensioni di boschi: le conifere, meno diffuse, lasciano presto il posto a faggeti e castagneti.

Le principali zone collinari sono il Canavese, le Langhe e il Roero, il Monferrato ed i colli Tortonesi. Il territorio piemontese infatti, è ricco di corsi d’acqua, tutti tributari del fiume Po. Numerosi sono i laghi alpini di origine glaciale e morenica presenti nella regione. Tra tutti i laghi presenti si ricordano in particolare: Lago Maggiore, Lago d’Orta, Lago di Viverone.

Caratteristiche Gastronomiche

Una cucina di antichissima tradizione che vede ricette nobili e povere mischiarsi dando vita a delle proposte gastronomiche eccentriche. A rappresentare il tratto più distintivo della cucina Piemontese è la Bagna Cauda, minestra, o meglio, intingolo, a base di acciughe, aglio e olio. Un sapore deciso tipico della regione, sebbene gli ingredienti non siano tipicamente piemontesi. Il protagonista della cucina piemontese è senza dubbio il Tartufo bianco di Alba. Ingrediente principale presente sia nei primi piatti che nei secondi.

Tra i primi piatti più caratteristici, ma molto particolari, vi è la Brudera, un risotto in brodo con carne e sangue di maiale e carne di gallina. Altra portata sui generis è lo Sciüghèt, una minestra con latte e vino rosso, nella quale viene aggiunta farina per una consistenza più solida. Per i secondi piatti, apertura dedicata al brasato al Barolo, manzo cotto con verdure e spezie, tra cui ginepro, cannella, rosmarino e rosolato con una cospicua quantità di Barolo. Tra i dolci, invece, noti gli amaretti di Saronno e i crumiri di Casale di Monferrato e la Polenta di Marengo realizzata con mandorle e farina di mais e la Giacometta, antesignana della nutella.

Caratteristiche Enologiche

Il Piemonte conta su più di 50.000 ettari di vigneto e più di 3 milioni di ettolitri di vino prodotti, con una resa media abbastanza contenuta (circa 8 t/ha). Più del 90% della produzione vitivinicola del Piemonte.

I vitigni coltivati in Piemonte sono perlopiù a bacca nera, quali il Nebbiolo, la Barbera, il Dolcetto, la Croatina, la Freisa, la Bonarda, il Grignolino, il Brachetto, le Malvasie a bacca nera di Casorzo e di Schierano. Tra i vitigni a bacca bianca invece, gli autoctoni Cortese ed Erbaluce ed il Moscato bianco, che trova nella regione alcune delle sue massime espressioni.

Galleria